Fiera delle domande

Perché diventare membro dell’associazione SwissReiki?

Divenendo membro dell’associazione potete far ascoltare la vostra voce come praticanti del Reiki! La società è organizzata in maniera tale che gli individui isolati sono difficilmente ascoltati, da qui la necessità di raggrupparsi in associazioni, soprattutto in un contesto professionale. Anche le scuole hanno la stessa necessità di essere rappresentate all’interno di un’associazione. Ci si aspetta che le autorità o diversi organismi prestino ascolto alle associazioni.

Quali sono i vantaggi di essere membro dell’associazione ?

Ce ne sono diversi. Comunque non bisogna guardare a SwissReiki come ad un destinatario di servizi in quanto tale. SwissReiki è innanzitutto una associazione destinata a tutti i praticanti che desiderano lavorare in direzione di un pieno riconoscimento della pratica terapeutica del Reiki da parte della società. Essa fornisce un quadro per la realizzazione di azioni specifiche che speriamo abbiano un impatto positivo e significativo per tutti i praticanti (membri o meno) e per i pazienti. Dal nostro punto di vista, la domanda pertinente da fare è: “Che cosa potete offrire a SwissReiki ?”

Perché aver creato una associazione ?

Semplicemente perché non esisteva un’associazione con degli obbiettivi simili. SwissReiki è stata creata il 4 giugno 2010.

Perché avere creato un’associazione Reiki specificamente per la Svizzera?

Il contesto sociale e legale si differenzia a seconda dei paesi. La Svizzera rafforza la sua specificità non essendo membro dell’Unione Europea. La Svizzera è più avanzata per lo sviluppo di terapie complementari e alternative (tranne che negli ospedali), e vive attualmente un periodo di profondo cambiamento in questo campo. Noi pensiamo che la nostra associazione deve partecipare attivamente a questa trasformazione, al fine di poter difendere il metodo Reiki al meglio e evitare di restare sul ciglio della strada. Piuttosto che un’associazione francofona internazionale, SwissReiki è un’associazione nazionale e multilingue, ed è questo che la rende adeguata alla realtà svizzera.

Che cosa può apportare al mondo del Reiki un’associazione come SwissReiki?

I praticanti hanno difficoltà a federarsi a causa della diversità degli stili di pratica, delle linee, delle scuole e dei sistemi, malgrado la loro comune origine. Tuttavia questa diversità contribuisce alla ricchezza del metodo. Di conseguenza sembra che sia più facile adattarsi ad una struttura esterna globale, ufficiale e ben strutturata, piuttosto che farlo interamente all’interno della comunità. In Svizzera, in questi ultimi 15 anni, le associazioni professionali nel campo delle terapie naturali si sono riunite e hanno lavorato di concerto con le autorità al fine di stabilire un quadro di qualità. Improvvisamente il metodo Reiki ha potuto cominciare la sua ristrutturazione in Svizzera, sulla base di questo quadro globale e consensuale. L’associazione è stata creata a questo scopo. Attraverso l’associazione, diventa possibile costruire solidamente e durevolmente.

Noi pensiamo in tutta umiltà che il lavoro che effettuiamo all’interno dell’associazione potrà essere una fonte di ispirazione per la comunità internazionale. Il caso della Svizzera è unico per la sua apertura alle cure naturali e la loro integrazione nel sistema sanitario. Non cogliere le opportunità che ci vengono offerte in Svizzera per lo sviluppo del metodo del Reiki sarebbe difficilmente comprensibile. Dalla fondazione del metodo Reiki, quest’ultimo si è sempre adattato alle realtà sociali, economiche e politiche, regionali e nazionali. Le condizioni in Svizzera sono attualmente propizie allo sviluppo del metodo Reiki, fino al punto di poterne definire la sua propria identità e arrivare alla piena maturità.